Nota sui lavori parlamentari Settimana dal 20 al 24 Ottobre 2014

Camera dei Deputati

Camera dei Deputati

Premessa

1) Domenica si è svolta l’assemblea di Led – Socialisti Europei. Ecco il testo del documento finale che riassume i lavori dell’assemblea. Ordine del giorno conclusivo della assemblea nazionale di Led

2) In questa settimana la discussione politica è stata incentrata sull’inizio dell’esame della legge di stabilità e sulla manifestazione nazionale della CGIL di sabato 25 ottobre. La posizione di Led è riassunta nel comunicato stampa che mettiamo di seguito:

DI SALVO (LED): IMPEGNATI PER IL CAMBIAMENTO

LED ALLA MANIFESTAZIONE DELLA CGIL

“Il cambiamento del Paese è necessario. Il suo declino è legato a 20 anni di politiche sbagliate, di precarietà usata al posto di politica industriale, di crescita delle diseguaglianze che registra impietosamente  il fallimento di una intera classe dirigente. Ma di questi 20 anni è a questo governo e a Matteo Renzi che viene chiesto conto. Sono grandi le aspettative e la necessità di cambiamento e noi ci sentiamo impegnati in questa direzione. Per realizzarle occorre ascoltare le ragioni del lavoro, di chi in questi 20 anni ha tenuto aperta una speranza anche nei momenti più bui della Repubblica e ha pagato il conto più salato della crisi e delle politiche sbagliate per affrontarla.  Per questo Led sarà alla manifestazione della Cgil”. Lo scrive in una nota Titti Di Salvo, capogruppo di Libertà e Diritti – Socialisti Europei.

Disegno di legge: Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2013-bis  (1864-B)

Le principali modifiche che sono state approvate tramite questo provvedimento in seconda lettura alla Camera sono: l’articolo 3, modifiche al Testo unico dell’immigrazione, che riduce ulteriormente il periodo massimo di trattenimento nei CIE da 180 a 90 giorni; l’articolo 14 sull’orario di lavoro e di riposo giornaliero del personale sanitario; l’articolo 17 sulle bevande analcoliche a base di succo d’arancia, che definisce una nuova formulazione circa la quantità di succo ai fini del divieto di commercializzazione; l’articolo 22 in materia di attribuzioni dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico; infine, l’articolo 32 che innova alcune previsioni in materia di certificato successorio europeo. Alcuni articoli sono stati soppressi dal Senato in particolare alcune disposizioni in materia ambientale e l’ex articolo 30 del testo Camera in materia di responsabilità civile dei magistrati.  L’approvazione della legge europea è importante perché consente di chiudere ulteriormente le diverse procedure di infrazione (grazie a questo provvedimento scese a 99) che pesano sull’Italia. Il nostro Paese ha la maglia nera in Europa per la lentezza con cui recepisce le direttive e adegua la legislazione a quella europea e per numero di procedure d’infrazione con conseguenti costi esorbitanti e mancanza di credibilità che ne consegue.

Ratifiche

La Camera ha approvato le seguenti ratifiche:

Disegno di legge di ratifica: Protocollo aggiuntivo (n. 2) all’Accordo sulla sede con l’Istituto universitario europeo; Disegno di legge di ratifica: Convenzione europea per la protezione del patrimonio archeologico (A.C. 2127-A); Disegno di legge di ratifica: Accordo di cooperazione con il Governo della Repubblica di Estonia sulla lotta contro la criminalità organizzata, il terrorismo ed il traffico illecito di droga (A.C. 2421); Disegno di legge di ratifica: Protocollo di modifica della Convenzione relativa ai trasporti internazionali ferroviari (COTIF) (A.C. 2621); Disegno di legge di ratifica: Accordo di cooperazione in materia di navigazione satellitare tra l’Unione europea e i suoi Stati membri e il Regno di Norvegia  (A.C. 2277).

Comunicazioni del Presidente del Consiglio dei ministri in vista del Consiglio europeo del 23 e 24 ottobre

Crediamo sia molto importante la battaglia che a viso aperto sta portando avanti il Governo per difendere l’Europa. Un’Europa diversa da quella che abbiamo conosciuto in questi anni di crisi: non l’Europa dell’austerità e dei vincoli che imbrigliano gli investimenti e che quindi ingessano la ripresa dell’economia reale; ma l’Europa delle opportunità e del benessere. Per questo pensiamo sia importante ritornare ad investire. I 300 miliardi di Juncker sono una grande opportunità. Investimenti in una politica economica e industriale verde. Questa è la vera risposta alternativa alla precarietà che in questi anni è stata usata, qui in Italia e in Europa, come sostitutiva di una politica di qualità. Risorse che possono essere trovate guardando meglio alle pieghe dei risparmi del sistema previdenziale: lì si possono trovare più dei 500 milioni trovati con l’aumento delle tasse attraverso uno storno, un utilizzo in patria degli investimenti, oggi prevalentemente all’estero, indirizzati al riassetto idrogeologico, alla sicurezza delle scuole, all’efficientamento energetico. E’ intervenuta Titti Di Salvo.

Disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 133 del 2014: Misure urgenti per l’apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l’emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attività produttive (A.C. 2629-A)

E’ stata posta la fiducia sul disegno di legge così detto “sblocca Italia” su cui nel merito si voterà la prossima settimana. Abbiamo dato per la prima volta in questa legislatura il nostro sostegno all’esecutivo esprimendo il nostro voto di fiducia. Coerentemente con le nostre scelte politiche di questi mesi, e di avvicinamento al Pd, così come ci ha dato mandato di fare l’assemblea nazionale di domenica, siamo convinti che la sinistra oggi non possa più permettersi di stare a guardare ma debba incidere sul cambiamento, a difesa dei soggetti più deboli, del welfare sociale contro l’austerità, dell’uguaglianza contro le disparità e i privilegi. E’ intervenuto Alessandro Zan

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *