Gay: Merola sindaco coraggioso, amministratori prendano esempio da lui

3a_in_basso

“Esprimo la mia più sincera vicinanza e solidarietà al sindaco di Bologna Virgilio Merola, attaccato duramente su più fronti, anche dal suo stesso partito, dopo che ieri ha annunciato di non voler ritirare, come intimato dal prefetto Sodano, il provvedimento che autorizza alla trascrizione dei matrimonio tra omosessuali celebrati all’estero, considerandolo una battaglia di civiltà”. E’ il commento dell’on. Alessandro Zan, deputato veneto di Libertà e Diritti ed esponente della comunità gay. “Il gesto di Merola è coraggioso e non sovverte alcuna regola democratica: anzi, sancisce un principio sacrosanto per il quale un primo cittadino deve difendere l’eguaglianza e la parità di trattamento tra individui, eliminando ogni discriminazione e applicando alla lettera gli articoli 2 e 3 della nostra Costituzione. Per questi motivi” spiega ancora il parlamentare di LeD, “gli amministratori locali dovrebbero prendere esempio da lui, così che, se il legislatore tentenna, siano i territori a rappresentare le voci di protesta di tante famiglie invisibili e prive di tutele. Grazie a Sindaci come Merola” conclude Zan “possiamo aspirare a un’Italia più civile ed europea, in cui il welfare e i diritti civili sono al primo posto, nella scala delle priorità, per abbattere la crisi e ridisegnare un futuro migliore per tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *