Gay: Curia di Milano commissiona ai professori di religione black list su scuole pro-omosessualità. Presentata interrogazione

Milano-duomodimilano01

Una circolare firmata da don Gian Battista Rota, responsabile di settore della Diocesi ambrosiana, che chiede ai 6.102 insegnanti di religione del milanese di indagare su come sia affrontato nelle classi il tema dell’omosessualità, per avere la segnalazione dei colleghi e dei progetti che nella loro scuola trattano con gli alunni temi legati all’omosessualità e all’identità di genere. “Siamo all’Appartheid” commenta Alessandro Zan, deputato del Partito Democratico ed esponente della comunità LGBT. “La Diocesi di Milano ha compiuto un atto grave, un’ingerenza ingiustificabile nei programmi e nella formazione scolastica che mette in crisi il principio supremo di laicità dello Stato, fomentando divisione, odio e discriminazione e promuovendo addirittura una caccia alle scuole che intendano portare avanti il contrasto al bullismo omofobico e transfobico. Per questo” prosegue il parlamentare PD, “ho chiesto al ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, attraverso un’interrogazione urgente, che riferisca sull’accaduto, chiarendo quali siano le iniziative del Ministero per porre fine a quest’ondata di omofobo autoritarismo confessionale che si sta imponendo sempre di più nel mondo dell’istruzione scolastica del nostro Paese e per garantire il prosieguo della strategia nazionale per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere. Dobbiamo batterci” conclude Alessandro Zan “affinché la buona scuola sia una scuola del dialogo, capace di accogliere, di non espellere; un luogo dove apprendere insieme, che sappia portare fuori, valorizzandolo e tutelandolo, il mondo interno di ciascun allievo”.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *