Elezioni: Commissione Antimafia approva codice etico

Claudio Fava

Claudio Fava

La commissione antimafia ha scelto non solo di approvare un codice etico molto rigoroso ma ha assunto l’impegno, e questa è una novità assoluta, di
vigilare concretamente sulle liste elettorali per segnalare all’opinione pubblica quei candidati e quei partiti che violeranno il codice da loro sottoscritto.

Un primo banco di prova saranno le elezioni a Reggio Calabria, comune sciolto per mafia ma ancora fortemente sottoposto al ricatto della ndrangheta. 

Non possiamo più delegare la lotta alla mafia al solo lavoro dei magistrati: occorre pretendere che la politica recuperi fino in fondo il proprio senso di responsabilità. E se ciò non accadrà, sarà importante poter fare affidamento sul lavoro di monitoraggio e di denuncia politica della nostra commissione.

Claudio Fava

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *