Commemorazione alla Camera dei quattro operai morti a Rovigo per intossicazione

Non è la prima volta che dolorosamente la Camera è chiamata a commemorare gli incidenti sul lavoro. E nonostante questo non ci si arrende al dolore, all’insopportabilità di morire di lavoro.
Bisogna accertare le responsabilità; ma bisogna fare di più.
Quegli operai lavoravano senza maschere in una impresa che gestiva rifiuti, a contatto con l’acido solforico. In questo caso, esistono le leggi. Esiste però un problema diverso: quello del rispetto delle leggi e del ruolo delle ispezioni affinchè le leggi vengano rispettate.
Nel nostro ruolo di legislatori, noi non possiamo limitarci a commentare o addolorarci di fronte a quelle morti.
In questi giorni in cui si parla di riforma del lavoro, dobbiamo sapere che la riforma più importante che riguarda il lavoro è fare in modo che per lavorare non si debba morire.

Titti Di Salvo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *