25 aprile. Omaggio alle Donne della libertà.

25 aprile. Omaggio alle Donne della libertà.
La storia ci racconta di 35000 donne combattenti.
20000 con funzioni di supporto, tra cui le staffette di collegamento. Ragazze molto giovani senza il cui ruolo la Resistenza non avrebbe potuto esserci.
70000 fecero parte dei gruppi di difesa della donna.
4653 furono arrestate e torturate.
2750 deportate in Germania.
2812 fucilate o impiccate.
Nelle fabbriche e nei campi sostituirono gli uomini in guerra e furono loro ad animare gli scioperi decisivi per tagliare le radici del consenso fascista e poi la Liberazione.
Solo 17 medaglie d’oro, in virtù di criteri militari di riconoscimento.
A quelle ragazze e ai quei ragazzi, a quelle donne e a quegli uomini dobbiamo la libertà di oggi. Così preziosa come si è capito meglio quando della libertà ci ha privato l’epidemia di Coronavirus.
Una epidemia durante la quale 2/3 dei 10
Milioni di donne occupate continua a lavorare. Anche nella quarantena perché svolgono lavori essenziali: infermiere,dottoresse,insegnanti
,commesse badanti babysitter
Ora come allora dobbiamo ricostruire. Ora più di allora il Paese ha bisogno delle donne e degli uomini. E intanto a Milano 2 giovani donne Ilaria Laise e Cecilia Gnocchi restaurano le targhe dei martiri della resistenza imbrattate dai neofascisti
Buon 25 aprile

Titti Di Salvo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *